unioni civili my happy wedding
Organizzazione

6 cose che non sapevi sulle unioni civili

Curiosità sulle unioni civili

Molti di voi si saranno fatti delle domande sulle unioni civili e su alcuni aspetti legali da non trascurare. Di fatto in Italia la legge sulle unioni civili è stata approvata solo nel Maggio del 2016 e a molti ancora non è chiaro come la legislazione si muove in tale senso.

Ecco 6 curiosità sulle unioni civili che non sapevi

Differenze tra unione civile, matrimonio e convivenza

L’art. 29 della Costituzione definisce il matrimonio come un “ordinato sull’uguaglianza morale e giuridica dei coniugi”. Il matrimonio è consentito solo tra persone di sesso opposto. L’unione civile non è un matrimonio, viene considerata una “specifica formazione sociale” composta da persone dello stesso sesso. La convivenza è formata da due persone maggiorenni unite stabilmente da legami affettivi e di reciproca assistenza morale e materiale non vincolata da rapporti di parentela, matrimonio, unione civile ecc…

Obbligo di fedeltà

Lo so, lo so, è un argomento spinoso questo vi sembrerà strano ma per le unioni civili non è previsto l’obbligo di fedeltà a differenza del matrimonio.

adv

Album in pelle fatto a mano

Nonostante la crisi COVID stiamo lavorando per rendere i servizi fotografici oggetti di design fatti a mano seguendo il gusto dei clienti. Per noi è importante finalizzare i nostri prodotti con prodotti fatti a mano con le migliori materie prime.

unioni civili my happy wedding

I figli

La differenza tra matrimonio e unione civile risiede (purtroppo) nella mancata possibilità per chi è legato da un unione civile di poter adottare un bambino o di ricorrere alla proceazione assistita. A differenza di quanto avviene per il matrimonio, i bambini nati durante l’unione civile vengono considerati dalla legge figli solo del genitore biologico. Per quanto riguarda le convivenze la legge non prevede per loro la possibilità di adozione, a meno che la convivenza duri da almeno tre anni e vi sia l’impegno del matrimonio.

Il cognome

Nelle coppie che si uniscono con il rito del matrimonio la moglie mantiene il cognome da nubile, anche se è possibile aggiungere nei documenti ufficiali la dicitura “coniugata con”. Per quanto riguarda le unioni civili, i partner dovranno presentare una dichiarazione attraverso la quale comunicano la decisione di assumure un cognome comune. Si potrà scegliere liberamente quale utilizzare tra i due. I conviventi manterrano ognuno il proprio cognome.

E la benedizione?

Secondo le ultime notizie trapelate da una nota diramata dall’ufficio stampa vaticano, benedire l’unione civile tra omosessuali è illegale. Leggi maggiori informazioni al riguardo su Il Papa non benedice le unioni Gay, anche stabili

adv

Opposizioni

Il rito del matrimonio prevede una formula precisa con dei passaggi prestabiliti, uno di questi sono le pubblicazioni.
Per l’unione civile a differenza del matrimonio non sono previste le pubblicazioni quindi non possono nemmeno esserci le opposizioni previste per il matrimonio.

Divorzio e separazione

Diciamolo, non tutte le ciambelle escono con il buco e può capitare a tutti di vedere fischi per fiaschi. Per i coniugi uniti civilmente a differenza delle coppie sposate, non dovranno rispettare il periodo di separazione, ma potranno avere accesso direttamente al divorzio.

 

Chi sono...

My Happy Wedding nasce da un’idea di Raffaele Inglese, fotografo di Gucci e con un’esperienza di 10 anni nel mondo del Wedding. Lo stile adottato nasce dal punto di incontro tra il committente e il fotografo e da una continua ricerca estetica e artistica.

Ti può interessare...